Articoli
Mercatino
Newsletter
Links
Scrivimi


Un'esperienza estiva

Carmelo Fruciano

Qui di seguito descrivo una semplice esperienza estiva (una piccola vasca all'aperto) che ci terrà impegnati e interessati in un periodo in cui, di solito, il mondo dell'acquariofilia, per svariati motivi, si 'ferma'.

Occorrente

  • 1 vasca in plastica
  • ghiaietto fertilizzato
  • ghiaietto policromo
  • delle Vallisneria (o altre piante robuste e a crescita rapida)
  • dei Lebistes (o altri pesci robusti)
  • Pazienza (!)

L'esperienza

  • Maggio: comprare la vasca (io consiglio una capacità tra 50 e 200 litri), sistemarla dove desiderato (non deve arrivare troppa luce solare diretta, io consiglio massimo 1-2 ore al giorno), sistemare ghiaietto fertilizzato e ghiaietto normale (vedi anche l'articolo sul primo acquario), sistemare le piante (io consiglio le Vallisneria perché, riproducendosi a mezzo di stoloni, ci riempiranno la vasca senza che noi dovremo muovere un dito (per esempio per le talee), riempire con l'acqua.

  • Aspettare

  • Giugno-Luglio: inserire i pesci, nutrirli poco (ci saranno larve di zanzara e simili)

  • Luglio-Settembre: godersi i pesci che si riproducono e riempiono in breve tempo la vasca.

  • Conclusioni

    Sebbene si tratti di un allestimento con pesci robusti, consiglio di provare questa esperienza solo a chi conduce da un po' di tempo un acquario dato che, non essendoci filtro, ci vorrà un po' d'occhio per decidere quando fare i cambi parziali. Per la verità se ci sono molte piante (una foresta) non ci sarà bisogno neppure dei cambi, ma questo implicherebbe comunque un controllo dei nitriti e dei nitrati per non trovarsi di colpo la vasca coi pesci morti. E' da notare che nelle vasche meno illuminate le piante assumeranno un colore verde scuro e cresceranno di più in altezza, mentre in quelle più illuminate le piante rimarranno più basse e il colore tenderà al rosso (come nella vasca del mio amico Salvo Di Grande). Per quanto riguarda il periodo di immissione dei pesci, tutto dipende dalla temperatura esterna; quando questa, anche di notte, non scenderà sotto i 20C, sarà giunto il momento di immettere i pesci. Quando la temperatura si farà più fredda si provvederà a far rientrare i pesci nelle vasche di casa (credo avrete problemi di eccedenza!). Riguardo le piante, se abitate al sud potranno passare l'inverno all'aperto (da me che sto in Sicilia hanno già passato l'inverno fuori).

    Buon divertimento.

    La Carmelo Fruciano Home Page è stata interamente realizzata da Carmelo Fruciano che ne detiene il Copyright sia dal punto di vista della realizzazione tecnica che dal punto di vista dei contenuti